Monthly Archives: settembre 2017

21684373_894909860675955_869591661_o

Ora che siamo soli

By | di Luca De Marchi | No Comments

Ora che siamo soli
scopro le ali per lo slancio
e quando muterà il tempo cingerà di nuovo
nel fiume di parole, l’indistinto che mi riflette.
Striderà, coperto dalla pioggia.

Colui che volerà sotto al mio intricato vento,
lo loderò nel caliginoso limbo,
dell’irrompente tormenta,
mesta, eterna, brutale,
custodita dal velo del mondo.

Che in complessità mi somiglia.

(Luca De Marchi)

pasolini-217

Tentazione rurale

By | Riflessioni | No Comments

Torneremo tutti
un giorno forse
alla terra,
le mani nostre
urbanizzate
getteremo
nel camino
come gusci
di mani vere,
la povertà
ci insegnerà
altri amori
altre miserie…
vivremo forse
con l’ascia
sul cuore
o nella carne,
lasceremo certo
del sangue buono
sul capo
d’ogni carezza.

 

(Michele Trunzo, 2015)

schermata-2017-09-11-alle-20-56-28

Preferisco la morte

By | di Luca De Marchi | No Comments

Preferisco il silenzio
alle voci che tacciono
e coprono
occhi di persone.

Preferisco l’istinto
di bimbo, il pianto,
il «buongiorno»,
lo starnuto, lo sbuffo,
l’orgasmo
alle parole che si compiacciono
– che le uso anch’io

ma il silenzio si leva
dove è vivo il pensiero di tutti.

Preferisco il silenzio
non la mortuaria vetrina
delle onorificenze sociali,
preferisco la comune morte
alla vita svenduta
sulle bacheche
dei mercatini artigianali.

 

(Luca De Marchi)